Regolamento della Società Italiana della Caviglia e del Piede

 

Art. 1

La società italiana della caviglia e del piede è una libera associazione senza finalità di lucro che riunisce laureati in medicina e chirurgia interessati allo studio della caviglia e del piede. La società svolge il proprio congresso ogni 2 anni (anni pari) e negli anni dispari partecipa alla giornata superspecialistica in sede Congresso SIOT.

 

Art. 2

In base a quanto stabilito dall’art. 18 dello statuto,il presidente fa parte di diritto di tutte le commissioni di persona o nominando un coordinatore.

 

Art. 3

In merito alle linee guida organizzative dei corsi monotematici si rimanda all’allegato 1.

 

Art. 4

In merito alle norme che regolano i testi pubblicati sulla monografia della società “Progressi in chirurgia della caviglia e del piede” si rimanda all’allegato 2.

 

Art. 5

In riferimento all’articolo 7 dello statuto, la quota annuale di appartenenza deve essere versata entro il 31 GENNAIO di ogni anno e non oltre. Il ritardato pagamento non dà diritto al ricevimento della rivista europea.


 

Art. 6

In riferimento all’art. 9 dello statuto, i soci ordinari non in regola con la quota sociale passati i 2 anni di inadempienza e dopo l’invio di un sollecito da parte della segreteria cessano di fare parte della società.

 

Art. 7

E’ fatto obbligo a tutti i soci di tenere informata la segreteria degli eventuali cambi di indirizzo e domicilio.

 

Art. 8

In riferimento all’art. 13 dello statuto l’ammissione di nuovi soci dovrà essere seguita entro 1 mese dal versamento della quota annuale, pena l’annullamento d’ufficio della ammissione stessa.

 

Art. 9

I patrocini vengono concessi previa consultazione tra presidente e vice-presidenti.

 

Art. 10

Il Consiglio Direttivo può affidare la gestione della segreteria ad una società di servizi.

 

Art. 11

Il Consiglio Direttivo raccoglie le richieste di adesione dei nuovi soci , dispone l’immediato pagamento della quota associativa 

 


 

Art. 12

Per quanto attiene alla programmazione e all’organizzazione del Congresso Nazionale della Società e alla giornata superspecialistica in ambito SIOT si ricorda che l’incarico viene conferito dall’assemblea dei Soci. In sede di Congresso Nazionale l’assemblea decide per il Congresso Nazionale successivo e in sede di Congresso Siot per la Giornata Superspecialistica.

 

Art. 13

Coloro che sono in possesso di una laurea in Medicina e Chirurgia possono aderire alla società in qualità di socio ordinario e non come membro affiliato, come si desume dall’art. 29 dello statuto.

 

Art. 14

I 2 vicepresidenti fungono da revisori dei conti.

 

Art. 15

Il presidente nomina al suo insediamento il segretario alla presidenza che rimane in carica per la durata di 2 anni.

 

Art. 16 

Il Consiglio Direttivo può nominare un socio che si occupi dell'aggiornamento del sito Internet della Società in collaborazione con la Segreteria Delegata e con il Segretario della Società e che parteciperà alle riunione del CD per gli argomenti di sua competenza, senza diritto di voto.


Art. 17 

Il Consiglio Direttivo può nominare tra i soci un Tutor dei vincitori delle Borse di studio istituite dalla Società, durante i soggiorni dei travelling fellowship, che parteciperà alle riunioni del CD per gli argomenti di sua competenza senza diritto di voto.


Art.18

I Consiglieri della SICP avranno anche il compito di mantenere i contatti con i soci della regione di appartenenza e di quelle limitrofe per proporre l'organizzazione delle iniziative Scientifiche della Società (Corsi monotematici e Corsi itineranti)

 

Art.19

Quegli Associati, la cui condotta fosse ritenuta lesiva del prestigio per l'Ente, verranno deferiti al Collegio dei Probiviri per le decisioni del caso.

 I Probiviri possono prendere  i seguenti provvedimenti:

•archiviazione;

 •ammonizione;

 •sospensione temporanea;

 •radiazione.

 Durante la sospensione l'Associato non è tenuto al pagamento della quota associativa

Il Collegio dei Probiviri, composto dagli ultimi tre past President, viene ratificato in occasione del rinnovo del Consiglio Direttivo dell'Assemblea Ordinaria, dura in carica un biennio e controlla il comportamento etico degli Associati in relazione alle finalità dell'Ente.

Gli Associati il cui comportamento non consono ai fini associativi o che rechino all'Ente pregiudizio con condotta etico-professionale disdicevole possono essere deferiti al Collegio dei Probiviri su denuncia scritta e firmata di un altro o di altri Associati che si ritengano danneggiati o che ritengano danneggiata l'immagine pubblica dell'Ente.

 Il Collegio dei Probiviri, raccolta la documentazione ed ascoltato l'Associato denunciato, emette un giudizio inappellabile e, qualora giudichi veri in tutto od in parte gli estremi della denuncia e la loro rilevanza ai fini del decoro dell'Ente, commina una sanzione nei confronti dell'Associato .

La sanzione e le motivazioni vengono trasmessi dal Collegio dei Probiviri al Presidente dell'Ente che, resone edotto il Consiglio Direttivo, ne prende atto.

 

Art. 20

La Società delega ad una società di servizi la gestione di segreteria per le gestione dei soci e della società stessa; delega altresì in via esclusiva la stessa società di servizi  l’organizzazione dei Congressi Nazionali (anni pari) e della Giornata Superspecialistica in ambito SIOT (anni dispari).

 

Art 21

La società istituisce cinque gruppi di studio che riguardano le seguenti tematiche:

1 - Gruppo Percutanea

2 - Gruppo Sindrome Pronatoria

3 - Gruppo Artroprotesi di Caviglia.

4 - Gruppo Lesioni Cartilaginee 

5 - Il piede nello sport

 

Il Consiglio Direttivo individua tra i soci in regola della società un coordinatore per ogni gruppo di studio e i membri stessi dei gruppi.

Il coordinatore è incaricato delle convocazioni per la discussione dei programmi del gruppo e di riferire al Consiglio Direttivo durante gli incontri del Consiglio stesso a cui potranno essere invitati.

La visibilità dei gruppi di studio sarà garantita dal sito internet della società tramite gli strumenti che verranno individuati.