Statuto - I soci

 

I SOCI

Art. 5

La Società prevede due categorie di Soci:

• Soci Ordinari

• Soci Onorari

Art. 6

Sono Soci Onorari quelle personalità che abbiano acquisito particolari benemerenze nello studio dello studio della Caviglia e del Piede o nei confronti della Società. Essi sono esenti dal pagamento della quota associativa, quindi non hanno diritto di voto. I soci onorari possono rinunciare a questo privilegio, pagando la quota associativa conservando quindi tutti i diritti dei Soci Ordinari.

Art. 7

Sono Soci Ordinari tutti coloro che, avendone fatto richiesta ed accettando lo Statuto, siano in regola con il pagamento della quota associativa. I Soci Ordinari che abbiano superato i 70 anni di età non sono tenuti al pagamento della quota associativa, mantenendo tutti i diritti dei soci ordinari.

Art. 8

Tutti i Soci Ordinari hanno davanti alla Società parità di diritti e di doveri.

Art.9

Perdono il titolo di Socio Ordinario e l'anzianità societaria coloro che non abbiano pagato la quota associativa per due anni consecutivi e che, dopo esplicita e reiterata richiesta, non regolarizzino la loro posizione amministrativa per tutti gli anni di mora. Non è ammessa il pagamento della quota per il solo anno in corso.

I Soci Ordinari, negli anni di mora, perdono il diritto a ricevere le pubblicazioni scientifiche della Società e della Società Europea ed eventuali vantaggi riservati, nonché il diritto di partecipare all'Assemblea.

Art.10

I Soci che si rendessero responsabili di comportamenti tali da recare pregiudizio alla Società o deontologicamente non corretti possono essere, a seconda della gravità del caso, censurati o radiati.

La censura deve essere decisa, a votazione segreta, dai componenti del Consiglio Direttivo, con un numero di voti uguale o superiore ai 2/3 dei componenti che hanno diritto di voto; la censura costituisce remora per la candidatura alle cariche societarie.

La radiazione è decretata dai componenti dell'Assemblea Generale, riunita legalmente, con un numero di voti pari o superiore ai ¾ dei Soci votanti.

Art. 11

I Soci non hanno alcun diritto sui fondi della Società.

I Soci dimissionari, morosi o radiati e gli eredi aventi diritto dei Soci deceduti non possono reclamare né esigere rendiconti, inventari, o restituzioni, ecc

Art. 12

L'ASSEMBLEA GENERALE è espressione sovrana della Società.

Compongono l'Assemblea Generale, con diritto di voto, i Soci Ordinari in regola con la propria posizione amministrativa.

Art. 13

Le competenze dell'Assemblea Generale sono:

• l'elezione del Consiglio Direttivo

• l'approvazione della quota associativa annuale proposta dal Consiglio Direttivo

• l'approvazione del bilancio annuale del Segretario

• l'approvazione dei temi, della sede, del Presidente dei Congressi Nazionali e delle Riunioni Superspecialistiche in ambito SIOT sulla base delle proposte pervenute al Consiglio Direttivo

• l'approvazione delle nomine a Socio Onorario proposte dal Consiglio Direttivo

• la radiazione di Soci

• le modifiche dello Statuto

• lo scioglimento della Società

Art. 14

L'Assemblea Generale può essere convocata in via ordinaria o straordinaria.

L'Assemblea Generale ordinaria è convocata almeno una volta all'anno in occasione del Congresso Nazionale della Società o della Riunione Superspecialistica in ambito SIOT mediante indicazione sul programma scientifico dell'evento.

Assemblee ordinarie non in seno agli eventi indicati possono essere convocate dal Presidente con lettera ordinaria o email spedita almeno con 30 giorni di preavviso, con indicazione di luogo, data, ora e ordine del giorno.

L'Assemblea Generale straordinaria può essere convocata in ogni momento su decisione del Consiglio Direttivo a maggioranza assoluta o su richiesta al Presidente di almeno 1/3 dei Soci in regola con la propria posizione amministrativa

L'Assemblea Generale straordinaria è quindi convocata dal Presidente con lettera ordinaria o email spedita almeno con 30 giorni di preavviso, con indicazione di luogo, data, ora e ordine del giorno.

Art. 15

Le Assemblee, ordinaria e straordinaria, sono valide in prima convocazione qualora siano presenti la metà più uno dei Soci; in seconda convocazione, quindici minuti dopo la prima, qualunque sia il numero dei presenti.

Non sono ammesse deleghe.

Le decisioni dell'Assemblea sono riportate in verbale, redatto a cura del Segretario, che verrà pubblicato nell'area soci del sito della società.